Salta al contenuto principale

Ambiente

Comitato No Biomasse Lequile: "Pericolo scongiurato? Non ci convince"

marzo 17, 2014 da redazione

"Leggiamo su "Quotidiano" del 15 marzo che il rischio della costruzione della Centrale a Biomasse a Lequile sarebbe stato scongiurato, grazie ad un invito a ritirare il progetto, fatto nei giorni scorsi dal sindaco Caiaffa alla CO.SAL. , e che la società avrebbe accolto. Come "Comitato intercomunale contro la centrale" queste semplici "comunicazioni" non ci convincono e non ci soddisfano"

Stop alle biomasse, la società rinuncia al progetto

marzo 15, 2014 da redazione

Giunge la parola fine alla tanto discussa questione del progetto della Centrale a Biomasse di Lequile. E' stata recapitata nei giorni scorsi al Sindaco di Lequile Antonio Caiaffa la lettera di rinunzia firmata direttamente dalla società Cosal Consorzio Salentino. L'impianto a biomasse che sarebbe dovuto sorgere sulla strada Lecce-Galatina in località "Curmuni", della potenza di 999 KW elettrici e 3000 KW termici, quindi non si farà

Biomasse o masse critiche?

marzo 3, 2014 da redazione


Domenica 23 febbraio, nella sede de “l’alambicco” si è tenuta una assemblea pubblica, finalizzata alla costituzione di un “comitato intercomunale” tra tutti coloro che si oppongono alla costruzione di una centrale a biomasse sul territorio del Comune di Lequile. Nell’assemblea sono stati chiariti i termini della questione, così come emersi dalle informazioni raccolte fino ad ora

Dalla discarica di Cavallino alle ecomafie

marzo 3, 2014 da redazione

Discariche abusive, eternit, radioattività, uranio impoverito, raccolta differenziata: il complesso universo dei rifiuti tra tutela ambientale e interessi economici.
“l’alambicco” intervista in esclusiva uno dei “paladini” in prima linea nella difesa del territorio: il Procuratore della Repubblica Ennio Cillo

Il giardino del comitato

marzo 3, 2014 da redazione

Se nell’ultimo anno siete passati da via Don Oronzo Margiotta (ex via Roma) sicuramente avrete notato che un bel giardino curato e rigoglioso faceva bella mostra di sé nelle aiuole a ridosso del Palazzo Ducale. Dapprima mi aveva colpito la cura e la pulizia delle aiuole. Ma la vera sorpresa l’ho avuta quando ho scoperto che tutta quella bellezza era frutto del lavoro, gratuito e disinteressato, di un gruppo di cittadini sancesariani.

Al via a San Cesario di Lecce il progetto per sensibilizzare i giovani alla raccolta differenziata

febbraio 4, 2014 da redazione

Per un'economia più verde e competitiva il Comune di San Cesario di Lecce riparte dalle scuole con un progetto volto a promuovere tra i giovani la raccolta differenziata. Un concorso a premi che, per i mesi di febbraio e marzo, impegnerà gli studenti delle scuole elementari e medie di San Cesario, affiancati dai dirigenti scolastici, nella raccolta e smistamento di carta e plastica

Dalla parte della natura

dicembre 12, 2013 da redazione

Breve incursione nell’associazione "Rangers per l’Ambiente" di Lequile, da due anni in prima linea per la tutela dell’ambiente. E' mattina presto. Metto piede fuori da casa e subito tovaglioli, cartacce, pacchetti di sigarette vuoti, involucri di merendine gettati sul marciapiede, mi assalgono la vista. Raccolgo tutto e, rientrato a casa, lo getto nella mia spazzatura.

Rangers sì, ma per l’ambiente

luglio 19, 2013 da redazione

Unire la sensibilità e la conoscenza del territorio per limitare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti ed educare al rispetto della natura. Una nuova realtà di volontariato e impegno civile a Lequile

Discarica di Cavallino, il resoconto del terzo Tavolo Tecnico

aprile 16, 2013 da redazione

Pubblichiamo di seguito la nota di Antonio Pascarito sul terzo incontro del Tavolo Tecnico (istituito a seguito dell'emergenza miasmi provenienti dalla discarica di Cavalino) tenutosi lo scorso 15 Aprile, al quale ha partecipato in rappresentanza dell'associazione "Sveglia cittadina". La nota è stata postata sul profilo facebook dell'autore il 16 Aprile 2013.

Ecodisastro a Cavallino? La Procura indaga, ascoltati i Sindaci

aprile 8, 2013 da redazione

Le indagini, condotte nel più stretto riserbo dal Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Lecce, sono in corso ormai da molti mesi e comprendono analisi dell’aria e dell’acqua e ascolto di persone informate sui fatti, compresi gli Amministratori di Cavallino, San Donato e San Cesario. L’ipotesi di reato sulla quale la Procura di Lecce sta indagando e ha aperto un fascicolo, al momento contro ignoti, è di quelle toste: disastro ambientale