Salta al contenuto principale

Volontari in tempo di crisi

ottobre 12, 2012 da redazione

L’Amministrazione comunale ha avviato nelle scorse settimane l’Albo dei Volontari Civili di Comunità.

Dalla casalinga che deve fare i conti con il rincaro prezzi al supermercato all’ economista  che elabora analisi di mercato sono ormai tutti consapevoli che la crisi economica e finanziaria globale investe tutti gli ambiti della società, i singoli individui e le organizzazioni della società civile. La crisi in corso è certamente di tipo economico e finanziario, ma sta mettendo in evidenza una crisi di cultura e di valori civili. Il sistema del welfare in Italia  rischia di indebolirsi fortemente con i continui tagli alla spesa pubblica minando di fatto i diritti sociali nel nostro Paese.

La pressione perché i governi riducano le tasse e si tagli la spesa sociale  è una prospettiva che si va delineando  sempre più chiaramente. Questo potrebbe significare per gli enti locali  avere meno risorse per i servizi di inclusione sociale, per la cura degli spazi pubblici; potrebbero essere ulteriormente ridimensionati gli investimenti sulla scuola pubblica e quindi deficit di spazi e qualità di educazione e crescita culturale. Ma la crisi può e deve essere da stimolo anche per ripensare il nostro modello di sviluppo e di società. E il volontariato in questa prospettiva costituisce un importante strumento sociale cui attingere. Attraverso la proposta di nuovi modelli sociali basati sulla solidarietà, sulla cittadinanza attiva, la responsabilità condivisa, i cittadini possono contribuire a  realizzare una comunità più coesa e solidale.

Ed è in quest’ottica che il Comune di San Cesario ha pubblicato un bando   per la costituzione di un “Albo di Volontari Civili di Comunità”, “vale a dire un elenco di cittadini che, in forma volontaria e gratuita, mettono a disposizione della comunità parte del proprio tempo libero e le proprie capacità per collaborare con l’Amministrazione nel realizzare attività a carattere sociale di pubblica utilità e per costruire politiche sociali, scolastiche, culturali, ambientali più condivise e partecipate”.

L’iniziativa intende coinvolgere tutti i cittadini (giovani e non) desiderosi di mettere a disposizione il proprio valore aggiunto in termini di risorsa tempo, competenze, idee per il bene della collettività. Il contributo dei volontari potrà essere indirizzato a diverse attività: “Area servizi per la sicurezza” (ausilio e vigilanza nei pressi dei plessi scolastici), “Area servizi sociali” (aiuto e socializzazione  in favore di anziani, minori, disabili), “Area servizi ambientali” (tutela e valorizzazione del verde pubblico), “Area servizi culturali” (supporto per iniziative comunali di carattere culturale, scolastico, sportivo, ricreativo, sociale).

L’istituzione dell’albo può servire a migliorare l’efficienza degli interventi del Comune e offrire l’opportunità ai cittadini che lo vorranno di mantenersi in attività, in particolare gli anziani che da fruitori  possono diventare donatori di servizi. Ma soprattutto può accompagnare nello sviluppo di nuovi atteggiamenti personali e stili di vita comunitari, migliorando la qualità delle relazioni. Il 25 ottobre presso la sala consiliare del Comune si svolgerà un’assemblea pubblica per illustrare ai cittadini finalità e modalità di attuazione delle attività previste. I cittadini interessati possono presentare domanda  di iscrizione all’Albo utilizzando il modello disponibile presso gli uffici comunali o scaricabile dal sito internet comunale www.comunesancesariodilecce.le.it.

Giuliana Scardino
giuliana@alambicco.com

 

## Aggiornamento ##

L'Albo dei Volontari Civili di Comunità sarà presentato Giovedì 25 ottobre alle ore 19.30 presso la Sala Consiliare del Palazzo Ducale di San Cesario.