Salta al contenuto principale

Violenta rissa a San Cesario, uno dei contendenti perde l'occhio sinistro

ottobre 13, 2014 da redazione

San Cesario. Dopo la violenta rissa che nel primo pomeriggio di ieri ha visto coinvolti cinque uomini di Botrugno, un’altra lite furibonda è degenerata in un duro scontro che è costata cara ad uno dei contendenti. La location della rissa questa volta è stato il comune di San Cesario dove, un sabato sera apparentemente come tanti altri, si è trasformato in un vero e proprio ring da combattimento. Protagonisti due uomini del posto che sono venuti alle mani dopo un litigio.

Qualche parola di troppo tra i due, che a quanto pare si conoscevano, e poi l’alcool che non ha aiutato a stemperare gli animi. Così si è arrivati alle mani. La violenta colluttazione, però, si è trasformata in tragedia per uno dei due. Luca Rollo, 47enne di San Cesario, infatti, ha perso completamente l’uso dell’occhio sinistro a seguito dello scontro, ma non solo. Tre colpi in testa e il 47enne è finito per terra, forse anche colpito da qualche altro arnese. Le condizioni dell’uomo sono apparse subito critiche e, dopo l’intervento del 118, è stato trasportato in ospedale dove è ancora ricoverato con prognosi non sciolta. Frattura del naso, trauma cranico e perdita dell’occhio sinistro: sono queste le gravi conseguenze riportate da Rollo dopo la rissa.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione Locale, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese, guidata dal maggiore Pasquale Carnevale. Uno dei due contendenti, ritenuto il responsabile del ferimento, è stato denunciato in stato di libertà con l’accusa di lesioni aggravate. Si tratta di S.L., 43enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per altri precedenti. Per fare luce sull’accaduto, capire i motivi che hanno scatenato la rissa e capire quele strumento abbia causato danni così gravi a Rollo, stanno indagando i Carabinieri

(fonte: www.leccenews24.it)