Salta al contenuto principale

Venerdì 22 marzo ritorna la "Cena Povera"

marzo 18, 2013 da redazione

Venerdì 22 marzo ritorna la "Cena Povera"

Venerdì 22 Marzo alle ore 19.30 presso il Salone Parrocchiale di via Nazario Sauro a San Cesario, il gruppo Adulti di Azione Cattolica della Parrocchia Sant'Antonio da Padova organizza la dodicesima edizione della "Cena Povera". Il ricavato della serata andrà a sostenere il progetto “Missione Effatà” delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori che si spendono, tra i tanti, per i bambini del Villaggio Peporiyakou (Natitingou).

 

Sono trascorsi oramai 12 anni da quando il Settore Adulti dell’Azione Cattolica della Parrocchia Sant’Antonio da Padova ha intrapreso, e persegue tenacemente, l’obiettivo di essere segno tangibile di solidarietà per i meno fortunati di noi, per chi, senza nessuna colpa è sfortunato solo per essere nato nella parte più “buia” dell’emisfero. Questa iniziativa, realizzata come negli anni precedenti, a pochi giorni dalla settimana Santa, ha lo scopo di sensibilizzare ed educare noi tutti a uno stile di vita più sobrio e più solidale con i poveri del mondo.

Realizzare questo stile di vita è possibile solo se lo coltiviamo giorno dopo giorno; è importante raggiungere questo traguardo perché solo così ci sembrerà naturale impegnarsi, sia con aiuti materiali che con la disponibilità di parte del nostro tempo; possiamo sperare in un mondo diverso solo se tutti noi ci impegniamo in questa direzione.

Realizzare uno stile di vita solidale, essere più attenti alle sofferenze del mondo, non è facile, ma deve rappresentare un traguardo da raggiungere; la spinta spesso ci può arrivare da una nostra naturale sensibilità, dalla consapevolezza che ognuno di noi è parte dell’intera umanità , ma ciò non basta, una spinta ancora più forte, decisiva e determinante arriva principalmente da un cammino di fede in cui si prende coscienza di un Dio che è Padre di tutti, di Gesù che è il Fratello di tutti.

È Gesù che dà quella spinta a cercare sempre, ogni giorno, un percorso di vita e di libertà; Noi non saremo mai completamente liberi finché nel mondo, nel nostro paese, nelle nostre parrocchie, c’è gente che soffre a causa della nostra indifferenza.

Il ricavato delle offerte che ognuno vorrà e potrà dare, andrà a sostenere il progetto “Missione Effatà” delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori che si spendono, tra i tanti, per i bambini del Villaggio Peporiyakou (Natitingou). È un progetto che mira a dare un’identità anagrafica ai tanti bambini “invisibili” del villaggio, sottoposti alla legge del più forte e avviati all’anonimato, alla tratta e allo sfruttamento.

L’azione progettuale mira a informare, sensibilizzare e sostenere i genitori perché riconoscano il diritto fondamentale del loro figlio: avere un nome e un certificato di nascita. Inoltre mira a dare ai bambini una consapevolezza di avere un’identità riconosciuta nella società, come fondamento di tutti gli altri diritti umani e civili.

Non si chiedono iscrizioni o etichettature varie, è importante incontrarci per pregare, riflettere, meditare la parola di Dio; solo facendo un percorso di fede organizzato, impegnato (non solo con noi ma anche con altri gruppi o con altri tipi di esperienze), si può sperare di sciogliere dentro di noi quei nodi di egoismo, di giudizio, di dissolutezza, diventando più umani. Senza queste esperienze, invece, è più facile entrare nella monotonia, nella cultura degli automatismi e del plagio comportamentale dell’apparire; noi invece vogliamo trovare il modo di essere più veri ogni giorno di più; solo così possiamo sperare di possedere pienamente la nostra vita.

A nome di tante centinaia di bambini, Grazie