Salta al contenuto principale

A San Cesario “I canti di Rina”, esposizione internazionale dedicata alla figura della scrittrice salentina

dicembre 8, 2014 da redazione

Un evento a San Cesario pensato per ricordare la figura della scrittrice Rina Durante e restituirle, a dieci anni dalla scomparsa, dignità artistica e letteraria nel panorama culturale salentino.

Nella serata inaugurale della mostra “I canti di Rina” , martedì 9 dicembre alle 18.30 al palazzo ducale di San Cesario – Museo civico d’arte contemporanea, interverranno il sindaco Andrea Romano, l’assessore alla Cultura Daniela Litti, il giornalista Massimo Melillo, l’operatore culturale Luigi Lezzi e Maddalena Castegnaro, di Presidio del Libro VerbaManent che porteranno le loro testimonianze e il loro omaggio alla scrittrice. L’esposizione internazionale di libri d’artista dedicati a Rina Durante sarà aperta al pubblico dal 9 al 12 dicembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19. A promuoverla Presidio del Libro – Archivio del Libro d’Artista VerbaManent di Sannicola con l’organizzazione del Comune di San Cesario.

In occasione dell’inaugurazione seguiranno le proiezioni dei filmati: “Come farò a diventare un mito. Omaggio a Rina Durante” di Caterina Gerardi e “Intervista a Rina Durante” a cura di Luisa Ruggio. Nella serata dell’11 dicembre verrà presentato il videolibro “L’isola di Rina – Ritorno a Saseno” di Caterina Gerardi, un corale per Rina con testi di Ada Donno, Rosella Simone, Pia Durante, Diana Chuli, Tatjana Kurtiqi, Luisa Ruggio, Daniela Grifi. Introdurrà l’opera Ada Donno, docente e operatrice culturale. La mostra punta, come detto, a restituire piena dignità letteraria all’autrice salentina nel panorama locale: si tratta di 60 libri d’artista creati da 90 artisti, italiani e stranieri, che hanno aderito al progetto internazionale “I canti di Rina” ispirato a tre poesie-canzoni della raccontatrice e ricercatrice Rina Durante: Luna Otrantina, Questione meridionale, Come farò a diventare un mito, musicate dal Canzoniere Grecanico Salentino.

Tra le opere collettive da segnalare il manufatto dei 18 artisti del Grupo Gralha Azul di Porto Alegre (Brasile) e il libro “Con lo sguardo al mare”, realizzato da alcuni studenti del Liceo classico “G. Palmieri” di Lecce in un Laboratorio diretto da Mauro Marino, responsabile del Fondo Verri di Lecce. Da segnalare inoltre la partecipazione di un numeroso gruppo degli Studenti dell’Accademia di Belle Arti di Lecce del Corso di illustrazione tenuto dalla docente Grazia Tagliente.

La mostra sarà arricchita dall’esposizione delle preziose carte dell’artista Andrea De Simeis, carte vergate a mano in fibra di moracee, con tecniche degli opifici orientali del VII sec. e tecniche medioevali delle gualchiere di Amalfi in cellulosa di cotone.

(fonte: www.ilpaesenuovo.it)