Salta al contenuto principale

Menhir Age

ottobre 31, 2014 da redazione

Un viaggio in epoche arcane: il nuovo video clip musicale autoprodotto da Carlo Zakà Perrone

Sancesariano, da anni sulla scena della musica indipendente salentina (e su quella culturale in genere), Carlo “Zakà” Perrone esce ora con un videoclip musicale autoprodotto che affonda le radici nella storia più ancestrale del Salento, mettendo al centro della sua arte i menhir e il loro misterioso fascino.

Simbolo indecifrato, questo monumento preistorico controverso diventa per Perrone capace di catturare o catalizzare forze sconosciute, già dall’età della pietra; un mistero che resiste anche ai nostri giorni, così tecnologici e moderni. Molti studiosi poco convenzionali, infatti, hanno attribuito a questi monumenti in pietra proprietà quasi esoteriche, come se fossero dei tracciati che indicano punti nevralgici dell’elettromagnetismo presente nell’atmosfera e nell’intero Globo terrestre, se non nell’universo.

Anche le misurazioni con strumenti scientifici all’avanguardia hanno dimostrato che nelle vicinanze delle pietre fitte sono presenti molte più vibrazioni che in altri luoghi, a dimostrare che l’energia da molti ipotizzata, in qualche modo è cosa concreta. Tra Cavallino, Zollino, Lequile, a molti altri paesi del nostro territorio, i menhir testimoniano da millenni la forza di volontà dell’uomo, la sua tensione emotiva, il suo voler tendere verso l’ignoto per esplorarlo e capirlo.

E il nostro artista/esploratore Carlo Perrone dei menhir ne ha fatto oggetto di ispirazione per i suoi suoni elettronici e le sue batterie trip hop. Il brano strumentale che accompagna il video si suddivide in due parti ben distinte. Un video da guardare insomma anche più di una volta e magari in orari differenti. Basta cercare su You tube – Menhir Age – Carlo Perrone.

La redazione