Salta al contenuto principale

Lavoratori Billa dal Prefetto, richiesto l’intervento della Regione. Attesa riunione della task force a Bari

ottobre 27, 2013 da redazione

LECCE – Un nuovo incontro si è svolto, questa mattina, in via XXV luglio. I 73 lavoratori dell’ipermercato Billa di San Cesario hanno incontrato il Prefetto, Giuliana Perrotta per discutere sul loro futuro, questa volta senza sindacati o istituzioni. Convocata telefonicamente anche l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, la quale si è impegnata a convocare la task force a Bari, invitando anche la proprietà.

Si sentono ormai abbandonati al loro destino i dipendenti Billa e combattono affinché nessuno getti nel dimenticatoio la loro situazione. Si tratta di 73 persone che da più di un anno sono in mobilità. E già, perché ormai lottano da soli da mesi, non sono sostenuti né da sindacati né dalle istituzioni e del luogo in cui lavoravano ormai non è rimasto più nulla.

Tutto è iniziato quando la società tedesca Rewe ha lasciato le attività nel sud Italia. Attualmente non c’è neanche l’ombra di altri possibili acquirenti e la situazione non potrà far altro che peggiorare. Con loro stavolta c’erano il sindaco di San Cesario e la Cisal.

Oggi, il Prefetto, dopo aver ascoltato l’ennesima richiesta di aiuto, ha immediatamente chiamato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone che si è impegnata a convocare la task force a Bari, invitando anche la proprietà. La stessa Capone, a quanto pare, circa un mese fa avrebbe convocato un incontro con i lavoratori, poi sfumato.

Intanto si attende, con un briciolo di scetticismo, l’ennesima mossa per recuperare il futuro di lavoratori e famiglie.

(fonte: www.ilpaesenuovo.it)