Salta al contenuto principale

La pelle che abito

febbraio 8, 2012 da redazione

La pelle che abito

LA PELLE CHE ABITO (Spa 2011)

Regia: Pedro Almodovar
Cast: Antonio Banderas - Marisa Paredes - Elena Anaya - Jan Cornet - Blanca Suarez
Trama: Robert Ledgard, eminente chirurgo plastico cerca vendetta.

Robert Ledgard (Antonio Banderas), eminente chirurgo plastico, ha perso la moglie e la figlia (Blanca Suarez). La moglie si è suicidata in seguito alle gravi ustioni riportate in un incidente automobilistico, la figlia dopo aver subito uno stupro. Dopo 12 anni di studi, il medico, riesce finalmente in quella che è diventata la sua ossessione; creare una pelle indistruttibile.

Il maestro dell'impossibile Pedro Almodovar, l'unico capace di fondere ironia e melodramma in un contesto kitsch, porta sullo schermo una storia ispirata al romanzo Tarantula di Thierry Jounquet, che narra la vendetta terribile e geniale di un chirurgo plastico. Violenza, sesso, vendetta, creazione e morte sono raccontati in chiave almodovariana tra omosessualità, personaggi inquietanti, improbabili parentele e una vasta gamma di dilatatori vaginali.
Abituato ad ambientare le sue storie nei bassifondi della società, questa volta il regista spagnolo si confronta con una ambientazione altolocata, tra residenze lussuose, feste mondane, convegni scientifici, affidandosi ad Antonio Banderas e Marisa Paredes, storica coppia del suo cinema.
Da sempre la grandezza del cinema di Pedro Almodovar risiede nel paradosso e nell'improbabilità delle storie che il regista spagnolo utilizza per mettere in risalto la purezza dei sentimenti, ma in questa occasione pur trovandoci di fronte ad un buon film, si ha come l'impressione che ne La pelle che abito, estetica, ironia, eleganza, classe, tecnica e pulizia dello stile abbiano esonerato l'anima della storia.
Infatti, nonostante la trama intricata, i tanti colpi di scena e le tante carte sul tavolo, il film non emoziona come dovrebbe, perché verosimilmente ci troviamo di fronte ad un film da metabolizzare, assimilare e comprendere.
Cinema da non perdere destinato a dividere. (in sala dal 23.09.2011 )

Fabrizio Luperto