Salta al contenuto principale

Giovedi 23 ottobre al via i "Caffè fotografici" di Tempo di Scatto

ottobre 21, 2014 da redazione

Finalmente la fotografia esce dalle “camere oscure”, dai laboratori fotografici, dalle sedi delle associazioni, e si racconta rivolgendosi ad un pubblico più ampio fatto di estimatori, professionisti, o, semplicemente, a tutti quelli che vogliono capire qualcosa di più del suo complesso mondo con una serie di incontri a tema.

Tutto questo grazie all'iniziativa dell'associazione fotografica “TEMPO di SCATTO” di San Cesario, sempre attiva e pronta a confrontarsi con il mondo esterno alla realtà associativa.
Nascono così, con date prefissate, 5 incontri sulla fotografia e sulla sua interpretazione non intesa in senso meramente tecnico, ma cercandone altri aspetti come quello estetico, critico e storico.

Gli incontri, liberi e gratuiti, che si svolgeranno presso la caffetteria “Patarnello” a San Cesario, vogliono promuovere un nuovo approccio a questa forma artistica e di espressione in un nuovo modello di “Caffè Fotografico” durante il quale si discuterà di fotografia con la possibilità di colloquiare e di porre domande non facendosi mancare l'occasione per sorseggiare un buon caffè o un aperitivo.

Gli interventi, nell'ordine di apparizione, saranno a cura di MARCELLO MOSCARA il 23/10, MAURIZIO D'ANNA il 30/10, EMANUELE FRANCO il 10/11, MICHELE DE FILIPPO il 27/11, RAIMONDO MUSOLINO il 10/12.

Il tema del primo incontro è "Lemme Lemme, viaggio nel Salento in bianco e nero" di MARCELLO MOSCARA.
Fotografo professionista, Marcello Moscara è autore di immagini e campagne fotografiche per l’editoria, per la pubblicità e per la comunicazione d’impresa. Al Salento, luogo dove è nato (nel 1972) e dove ha sede il suo studio, ha già dedicato pubblicazioni di successo (per le Ed. Moscara Associati: “Quoquo. La gola come ipertesto”, “Quoquo. Come le api al miele”,“Salento”, “Salento Lungomare” e “Salento Tutti i santi giorni”, Lemme Lemme viaggio nel Salento in bianco e nero), testimonianza del suo impegno professionale, ma anche del profondo legame con le sue radici. Alla fotografia professionale affianca una personale ricerca artistica che lo ha portato ad essere segnalato nel panorama della nuova arte giovane contemporanea.