Salta al contenuto principale

Ezechiele Leandro, Soprintendenza avvia il procedimento per tutelare le opere

aprile 19, 2014 da redazione

Si tratta di un decisivo passo avanti verso il riconoscimento dell'opera dell'artista di San Cesario di Lecce, alla cui produzione pittorica la città ha da poco dedicato una mostra, "La stanza di Ezechiele", che ha riscontrato grande successo di pubblico e di critica

SAN CESARIO DI LECCE – Senza il consenso della Soprintendenza le opere di Ezechiele Leandro non si muovono.  Proprio la Soprintendenza per i beni storici artistici e etnoantropologici della Puglia ha avviato il procedimento di dichiarazione dell’importante interesse culturale delle opere di Ezechiele Leandro.Si tratta di un decisivo passo avanti verso la tutela dell’opera dell’artista di San Cesario di Lecce, alla cui produzione pittorica la città ha da poco dedicato una mostra, “La stanza di Ezechiele”.

Da oggi tutte le opere presenti nella sua casa museo in via Cerundolo 28 e il giardino annesso, denominato “Santuario della Pazienza” non potranno essere spostate, rimosse o essere oggetto di iniziative senza l’autorizzazione della Soprintendenza che incarica il sindaco di San Cesario di Lecce di “vigilare affinché non siano intraprese iniziative che possano pregiudicare la salvaguardia dei beni in parola”.

Nella lettera in cui si annuncia l’avvio dell’iter, indirizzata anche agli eredi dell’artista, la soprintendente pugliese Marta Ragozzino sottolinea, in merito all’alto valore dell’arte di Leandro che “segnatamente le opere mobili presenti nell’abitazione si configurano come un’interessante espressione artistica nella propria unicità ed originalità e dunque meritevoli di tutela. Medesima valutazione è da attribuirsi al giardino annesso all’abitazione dell’artista, denominato Santuario della Pazienza, che costituisce un peculiare museo all’aperto popolato da sculture e brani di architettura di grande suggestione e creatività”.

Avviare l’iter per salvare e tutelare il patrimonio artistico di Ezechiele Leandro è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione comunale di San Cesario che punta sull’arte contemporanea e sulla valorizzazione del patrimonio culturale della città. “È motivo di orgoglio per la nostra comunità il riconoscimento che la Soprintendenza assegna all’opera di Ezechiele Leandro – tiene a dire il sindaco di San Cesario di Lecce, Andrea Romano. Che aggiunge: “Si tratta di un risultato importante per la nostra amministrazione che saprà onorare la responsabilità della tutela dell’opera dell’artista e che lavorerà per valorizzarla nell’ottica della crescita sociale, culturale e turistica della comunità di San Cesario”. Ringraziamenti da parte del primo cittadino all'ex ministro Bray e al parlamentare Salvatore Capone.

(fonte: www.lecceprima.it)