Salta al contenuto principale

Cantieri aperti

luglio 19, 2013 da redazione

Dal problema allagamenti al sottopasso, passando per la Distilleria De Giorgi. Dopo averne parlato mesi fa, “l’alambicco” chiede lumi all’amministrazione su alcuni interventi tutt’altro che chiusi.

 

ALLAGAMENTI
(Risponde Salvatore Capone, Assessore ai lavori pubblici)
Nel febbraio 2013 si conclude l’indagine sul rischio idrico del nostro Comune individuando i motivi degli allagamenti e gli interventi a soluzione del problema: 1) ridimensionamento del collettore di Via Vittorio Emanuele III; 2) inserimento di una vasca di grigliatura e dissabbiatura a monte dello scarico nella vasca (nei pressi della piscina comunale); 3) pulizia della rete pluviale. Son passati cinque mesi, c’è un’idea di come fronteggiare queste criticità?

Per intervenire è necessario approvare il bilancio previsionale 2013, che, ad oggi, non può essere elaborato per assenza di notizie circa i trasferimenti da parte dello Stato. La priorità verrà data al più urgente: il ridimensionamento dell’ultimo tratto del collettore di Via Vittorio Emanuele III, nella confluenza con la condotta principale. L’opera sarà finanziata con i fondi dedicati a spese in conto capitale, frutto di risparmi di gestione delle annualità precedenti, quindi senza ricorrere ad indebitamento. Per quanto attiene le altre due criticità, gli interventi saranno affrontati nei limiti delle coperture finanziarie che riusciremo a programmare in questo bilancio e in quello del prossimo anno.

 

DISTILLERIA DE GIORGI
(Risponde Salvatore Capone).
Primo maggio 2012, le porte della distilleria De Giorgi si riaprono ai cittadini. Pochi mesi dopo, San Cesario ottiene un finanziamento di 500mila euro per riportare il giardino storico della De Giorgi al suo antico splendore. Quando l'inaugurazione?

La modalità di affidamento dei lavori messa in atto dal’amministrazione ci ha consentito di riuscire ad impiegare l'intero finanziamento erogato dalla Regione, ottenendo un plus di opere rispetto a quelle inizialmente preventivate. Tra queste, su tutte, l’eliminazione di una parte consistente della tettoia in eternit. La Ditta ha dato inizio ai lavori già da qualche tempo. Il termine contrattuale per la conclusione è il 18 ottobre p.v. ma non escludo che ci possa essere una consegna anticipata.

 

SOTTOPASSO
(Risponde Salvatore Capone)
Sul sottopasso alla rete ferroviaria ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori: fondi prima erogati e poi dirottati altrove; la raccolta firme per dire “No” al progetto. Consiglieri passati all’opposizione; comizi di quartiere; assemblee pubbliche. Ricorsi al TAR. A un certo punto non ne abbiamo capito più nulla.

Allo stato attuale possiamo solo dire che il Consiglio di Stato ha confermato la correttezza degli atti amministrativi prodotti dall'Amministrazione: il ricorso proposto da una serie di cittadini che chiedevano l'annullamento della delibera è stato rigettato. Per non perdere il finanziamento la Provincia dovrebbe dare inizio ai lavori al più presto. In aprile c’è stata un’interrogazione in consiglio provinciale del consigliere Durante a cui il Presidente Gabellone ha risposto confermando l’interesse a realizzare l’opera. Sarebbe interessante capire a cosa dobbiamo questo enorme ritardo!

 

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO SCUOLA MEDIA
(Risponde Salvatore Capone)
Possiamo avere notizie sui lavori che stanno interessando la scuola media?

Sta per essere ultimato un intervento di efficientamento energetico che ha coinvolto l'intera struttura. L’intervento, finanziato con fondi Regionali, ha permesso da un lato di eseguire un’importante opera di manutenzione straordinaria sul plesso scolastico e dall'altro di migliorare resa energetica e comfort dell’intera struttura, permettendo quindi un aumento del risparmio in termini economici ed un miglioramento delle condizioni di alunni e personale. Anche per quest'opera, come per la distilleria, si è riusciti ad ottenere molto di più di quanto messo a base d'asta. Tra i miglioramenti, di particolare importanza è l'aumento dell’impianto fotovoltaico sulla copertura, che passa da 20kw a 45kw. Questo permetterà di soddisfare l'intero fabbisogno della scuola. Inoltre è previsto il rifacimento della pavimentazione esterna, la sostituzione degli infissi e il rivestimento dell'intero plesso con materiali isolanti. Nei prossimi giorni si entrerà nel vivo di due altri importanti finanziamenti destinati alle scuole Saponaro e Manzoni: circa 300mila euro per il miglioramento strutturale e funzionale dei due edifici.

PIRP
(Risponde Giancarlo Greco, Assessore alle Politiche sociali)
Primavera 2011. Nell’ambito dei fondi FESR Puglia 2007/2013 la Regione finanzia la realizzazione di un centro polivalente in Via Sicila. Dopo due anni apparentemente tutto tace. è realmente così?

Via Sicilia diventerà il cuore pulsante delle politiche sociali di San Cesario. L'idea è di realizzare in quell'edificio un Centro diurno socio-educativo per minori e famiglie mettendo a bando un progetto di gestione che il Comune, altrimenti, non avrebbe la forza di realizzare. Il capitolato è già allo studio della commissione comunale e i tempi sono ormai brevi. Mi auguro che si inauguri la struttura entro l’autunno. Sarà una vera e propria rivoluzione dei servizi sociali a San Cesario. Il Comune oggi spende circa 195mila euro l’anno per i minori in istituto e in altri centri diurni. Il progetto permetterà di risparmiare un bel po’ di soldi e attiverà un’azione di recupero più efficace perché non condotta solo sui ragazzi ma sull’intero ambiente che lo circonda. Si realizzeranno progetti di recupero scolastico, di avviamento al lavoro, di studio e consulenza con professionisti coordinati dall'Ufficio Servizi sociali del Comune.

 

Paolo De Blasi
paolo@alambicco.com